23 novembre, 2016

TERRA MATERIAPRIMA Progetto di Mail Art a cura di Ruggero Maggi

 TERRA MATERIAPRIMA Progetto di Mail Art a cura di Ruggero Maggi 
Presso la Galleria di Arti Visive dell'Università del Melo si terrà dal 2 dicembre 2016 al 27 gennaio 2017 la rassegna internazionale d'Arte Postale "TERRA/MATERIAPRIMA" ideata e curata da Ruggero Maggi. 

La terra è la materia prima della nostra esistenza, l'elemento base della nostra vita su questo pianeta, non a caso chiamato appunto Terra. Terra che, in questa mostra, costituisce anche l'elemento primario delle opere pervenute e realizzate con zolle della propria terra, con la propria materia prima e spedite da più di duecento mailartisti internazionali. Opere d'arte che in taluni casi crescono e si sviluppano essendo costituite da elementi vivi, come erba, piantine e licheni, che vengono regolarmente innaffiati… piccoli ecosistemi viventi… Arte viva! Mail Art, Arte Postale, Arte Correo … trasposizioni linguistiche che hanno contrassegnato, soprattutto alla fine del secolo passato, un'infinita serie di progetti, riviste, libri, mostre, eventi legati ad un mondo culturale/artistico per lo più underground e con una spiccata inclinazione per la non-ufficialità, in cui ha valore la relazione intrinseca tra l'oggetto spedito, il mittente ed il destinatario. 
L'Arte Postale gloCale è parte integrante di un processo di globalizzazione culturale che si estrinseca a livello locale mediante l'azione che ogni artista postale compie attraverso una fitta rete di comunicazioni creative come una babilonica torre dai destini incrociati e che, a buona ragione, può essere considerata un esteso fenomeno culturale e sociale, un contenitore di idee ed emozioni. Gli antecedenti storici di questa forma di comunicazione artistica sono stati il Futurismo e il Dadaismo. E' da sottolineare anche l'opera di Kurt Schwitters, creatore dei primi lavori realizzati con timbri e l'avvento, alla metà degli anni '50, della ricerca Fluxus con l'opera di artisti come Joseph Beuys, Ray Johnson, George Maciunas, Ken Friedman, Ben Vautier e di alcuni artisti e teorici del Nuovo Realismo francese come Pierre Restany ed Yves Klein. Ray Johnson, artista di New York, è considerato il creatore dell'Arte Postale: nel 1962 fonda, sbeffeggiando le vere scuole per corrispondenza, la New York Correspondence School. Dopo più di quarant'anni continuo a pensare che l'Arte Postale non abbia perso nulla della sua originale vitalità… lunga vita alla Mail Art! Ruggero Maggi 

Terra/Materiaprima Galleria di Arti Visive dell'Università del Melo Via Magenta 3, Gallarate (VA) 
Inaugurazione Venerdì 2 Dicembre 2016 in Sala Planet alle ore 18.00 
Dal 2 dicembre 2016 al 27 gennaio 2017 
Orari: Tutti i giorni dalle ore 15.00 alle ore 18.00

30 ottobre, 2016

Retrospettiva di Anna Boschi alla Pinacoteca della Rocca Sforzesca di Dozza (Bologna)


Anna Boschi 1967-2017

Pinacoteca della Rocca Sforzesca di Dozza

Dozza (Bologna)

5 novembre – 4 dicembre 2016

 

Con il patrocinio di

Fondazione Dozza Città d'Arte

Comune di Dozza (BO)

VAM - Virtual Art Museum

 

Mostra e catalogo a cura di

Mauro Carrera

 

Organizzazione

Museo della Rocca di Dozza

 

Mostra virtuale e catalogo

VAM – Virtual Art Museum  -  www.virtualartmuseum.it

 

Copyright

© 2016 Vam – Virtual Art Museum, per le immagini © Anna Boschi, per i testi © Mauro Carrera

 

Orari di visita

Ora solare da martedì a sabato 10-12,30/14,30-17,00 domenica e festivi 10-19,30 chiuso i lunedì feriali 

Ora legale da martedì a sabato 10-12,30/15-19,00 domenica e festivi 10-19,00 chiuso i lunedì feriali


Biglietteria

Per accedere al Museo della Rocca è necessario un biglietto d'ingresso.

INTERO € 5,00; GRUPPI (sopra 20 pax) e convenzioni € 4,00; STUDENTI € 3,00; SCOLARESCHE € 1,00; GRATUITO per UNDER 18 (escluso scolaresche), STUDENTI MATERIE UMANISTICHE (escluso scolaresche), RESIDENTI, DISABILI. 

La biglietteria chiude 30 minuti prima degli orari di chiusura del museo.

Sabato 5 novembre alle ore 16.00 presso le sale della Pinacoteca della Rocca Sforzesca di Dozza (BO) si inaugura la mostra Anna Boschi 1967-2017, prima completa retrospettiva dell'artista bolognese. L'esposizione – a cura di Mauro Carrera – presenta al pubblico per la prima volta una selezione rappresentativa dell'intera produzione di Anna Boschi, dai suoi esordi negli anni Sessanta alle soglie del 2017. La mostra – dal 5 novembre al 4 dicembre 2016 – rende ragione di un percorso lungo cinquant'anni in oltre cento opere tra dipinti, poesie visive, sculture, installazioni e libri d'artista.

In occasione di questa grande retrospettiva nelle straordinarie sale della Pinacoteca della Rocca Sforzesca di Dozza (BO) sarà presentata la monografia curata da Mauro Carrera per i tipi del VAM – Virtual Art Museum.

L'arte di Anna Boschi si esprime ed è nota ormai da anni in Italia e all'estero. La sua versatilità la rende sperimentatrice consapevole delle enormi potenzialità della comunicazione artistica come forma d'elezione nella relazione umana. Una profonda creatività espressiva, unita alla ricercatezza formale della migliore pittura del dopoguerra e alla sua grande sensibilità umana, rende esemplare l'esperienza di Anna Boschi nel territorio liminale tra immagine e parola, tra scrittura e pittura. Si è distinta nel variegato panorama artistico bolognese prima, nazionale e internazionale poi, per la molteplicità dei suoi interessi e la peculiarità della sua ricerca. Il suo percorso, dagli esordi informali sino alle opere più recenti di forte densità concettuale, si configura come una strada personalissima. Pur prossima alle modalità comunicative della Poesia Visiva a lei contemporanea, se ne distanzia per grammatica e poetica, con la sua creatività mai disgiunta dall'impegno sociale e civile.

Anna Boschi è pittrice, performer, autrice di libri d'artista e installazioni, curatrice di mostre, operatrice culturale. Attiva dalla fine degli anni Sessanta, espone dal 1974 e annovera una sessantina di personali e numerose collettive sul territorio nazionale e all'estero. Tra gli eventi di grande prestigio cui partecipa ricordiamo la Triennale di Bologna 2000, la 50a Biennale di Venezia e la London Biennale 2004. I suoi esordi si iscrivono nel clima post-informale e in quello della sperimentazione prossima alla poesia visuale. Dal 1984 entra a far parte del circuito della Mail Art, di cui diventa un'esponente di punta, partecipando ad un gran numero di progetti e mostre internazionali. Sue opere si trovano in collezioni permanenti pubbliche e private in Italia e all'estero. Custodisce due preziose collezioni a cui spesso attinge per importanti esposizioni: il Mailartmeeting Archives, che raccoglie opere di arte postale, e l'A.L.D.A. – Archivio Libri D'Artista, intitolato alla poetessa Alda Merini. Nel 2016 le è stato conferito il riconoscimento alla carriera nel corso della XVI edizione della rassegna Arte in Arti e Mestieri di Suzzara (MN).

 

 





22 ottobre, 2016

VOC / AZIONI 5

 ASSOCIAZIONE CULTURALE MULTIMEDIA91 e ARCHIVIO DELLA VOCE DEI POETI

BIBLIOTECA DELLE OBLATE 
Firenze, Via dell'Oriolo 24, Sala Conferenze
Giovedì 27 ottobre 2016 ore 17.00 

Rassegna internazionale
VOC / AZIONI 5
conoscere = conoscersi con la voce dei poeti

 

Interverranno
Grazia Asta direttore Biblioteca delle Oblate Firenze 
Alessandra Borsetti Venier presidente Archivio della Voce dei Poeti
Massimo Mori poeta intermediale
Giuliana Occupati responsabile della sezione lineare dell'Archivio
Carlo Palli collezionista
Marco Simonelli poeta
Liliana Ugolini responsabile della sezione multimediale dell'Archivio

Letture live dei poeti
Rosaria Lo Russo
Lamberto Pignotti

Verranno presentati documenti della sezione storica dell'Archivio della Voce dei Poeti
proiezioni audio/video, straordinari frammenti visivi e le voci originali registrate di
Gabriela Mistral
Vladimir Majakovskij
 
Consegna dell'opera sonora di Lamberto Pignotti, ordinata da Massimo Mori
all'Archivio della Voce dei Poeti

Rosaria Lo Russo poetrice, saggista, traduttrice, performer è una figura di rilievo nella poesia italiana contemporanea. Lamberto Pignotti comincia negli anni Quaranta la sperimentazione dell'arte verbo-visiva. Fondatore con altri poeti, pittori, musicisti del Gruppo '70 ha partecipato anche alla nascita del Gruppo '63. Gabriela Mistral (1889-1957) la prima scrittrice e poeta latinoamericana che ha vinto il premio Nobel per la Letteratura nel 1946. Vladimir Majakovskij (1893-1930) considerato il cantore della rivoluzione bolscevica, è l'eclettico interprete del futurismo e dello strutturalismo russo.

Con il patrocinio di: Regione Toscana, Città Metropolitana di Firenze, Comune di Firenze, Comune di Pontassieve, Museo del Novecento, Biblioteca delle Oblate. Con la collaborazione di: Archivio Carlo Palli, Area N.O., La Barbagianna, Morgana Edizioni 
Info: MultiMedia91 tel. 055 8398747 - 335 6676218 info@morganaedizioni.it - Biblioteca Oblate tel. 055 2616512


15 settembre, 2016

Maratona dei Poeti PER PASOLINI

 ROMA, SABATO 24/09/ 2016, ore 18,00
PIAZZA LINO FERRIANI, REBIBBIA
"AH, GIORNI DI REBIBBIA/CHE IO CREDEVO PERDUTI/ IN UNA LUCE DI NECESSITA'/ E CHE ORA SO COSI' LIBERI!"
Maratona dei Poeti PER PASOLINI
Partecipano i poeti
Domenico Alvino, Tomaso Binga, Silvana Baroni, Giuseppe Stefano Biuso, Paolo Carlucci, Alida Castagna, Daniela Cecchini, Manuel Cohen, Chiara D'Apote, Caterina Davinio, DELLUST, Stefania Di Lino, Francesca Farina, Renato Fiorito, Luca Frudà, Donatella Giancaspero, Annamaria Giannini, Giada Giordano, Sonia Giovannetti, Emanuela Guttoriello, Patrizia Lanzalaco, Letizia Leone, Ginevra Lilli, Francesca Lo Bue, Sarah Zuhra Lukanic, Bianca Madeccia, Tiziana Marini, Nina Maroccolo, Desiree Massaroni, Daniela Matronola, Alessandra Mattei, Enrico Meloni, Giuseppina Marilena Mondello, Anita Napolitano, Olga Olina, Paola Oliva, Terry Olivi, Massimo Pacetti, Marco Palladini, Plinio Perilli, Cetta Petrollo, Laura Pezzola, Enrico Pietrangeli, Paola Pinna, Roberto Piperno, Mimma Pisani, Lorenzo Poggi, Rossella Pompeo, Antonella Rizzo, Domenico e Rita Sacco, Pietro Scagliarini, Therezinha Siqueira Teixeira, Giuseppe Spinillo, Francesca Tuscano, Michela Zanarella

                 Evento ideato e coordinato da Francesca Farina 
Servizio video-fotografico di Vincenza Salvatore
Con la collaborazione straordinaria di don Giuseppe Raciti e Gianni Stefanucci
NELL'AMBITO DELLA FESTA DI SAN GELASIO 2015

13 settembre, 2016

All'Ussero 16.09.2016


 
Riprendono dopo la pausa estiva, gli Incontri Letterari al Caffè Ussero. Il prossimo 16 Novembre alle 18 Valeria Serofilli

incontra gli autori  Ivano Mugnaini di Lucca con il romanzo Lo Specchio di Leonardo (Eiffel Edizioni, 2016) ed

 Alessandra Paganardi di Milano con il volume di poesia La pazienza dell'inverno (puntoacapo Edizioni, 2013).

Letture a cura degli Autori e di Rodolfo Baglioni.Musica di Sergio Berti con un intervento critico del prof.

Andrea Salvini. Ad allietare l'incontro interverrà il cantautore pisano Antonio Gentilini.

Nell'ambito della serata sarà possibile iscriversi alla neonata Associazione AstrolabioCultura, presieduta da Valeria

 Serofilli.

  

Ivano Mugnaini è autore di romanzi, racconti, poesia e saggistica.Scrive per alcune riviste tra cui "Nuova Prosa", "Gradiva", "Il Grandevetro", "Italian Poetry Review", "Doppiozero",  "L' Immaginazione".  Collabora con case editrici in qualità di redattore e curatore di recensioni ed editing. Cura il blog letterario "DEDALUS: corsi, testi e contesti di volo letterario",

www.ivanomugnainidedalus.wordpress.com e il sito www.ivanomugnaini.it .Ha pubblicato le raccolte di racconti LA CASA GIALLA e L'ALGEBRA DELLA VITA, i romanzi IL MIELE DEI SERVI e  LIMBO MINORE  e i libri di poesie CONTROTEMPO, INADEGUATO ALL'ETERNO e IL TEMPO SALVATO. Di recente pubblicazione i romanzi IL SANGUE DEI SOGNI e LO SPECCHIO DI LEONARDO.

 

Alessandra Paganardi di Milano dove vive , insegna e scrive, ha pubblicato varie raccolte di poesie quali: La pazienza dell'inverno, Puntoacapo 2013 (premio Operauno), Tempo reale, Joker 2008 (premio San Domenichino 2009); Ospite che verrai, 2005, (ristampa 2007). Plaquette: Frontiere apparenti, Puntoacapo 2009; Vedute, Ibiskos Ulivieri, 2008; Binario provvisorio, Seregno 2006; Potevamo dire l'assenza, Crimeni, 2005; Espansioni, Il club degli autori, 1998. Saggi critici, aforismi e narrativa: Breviario ,Joker 2012 (menzione speciale "Torino in sintesi" sez. inediti, 2010); La magnolia contro le persiane, in AAVV, "Milano per le strade: racconti", Azimut, Roma 2009; Lo sguardo dello stupore: lettura di cinque poeti contemporanei, Viennepierre 2005, (finalista "Nabokov" 2008). Ha ottenuto riconoscimenti in numerosi concorsi per editi e inediti, fra cui i primi premi: "Europa in versi" (2016); "Alda Merini" (2013), "Astrolabio" (2009), "San Domenichino"  (2009 e 2007), "G. Gozzano" (2007), "D'Annunzio e la Versilia" (2007), "Dialogo" (2003). È presente nella redazione della rivista letteraria internazionale "Gradiva".

 

  



Laboratorio Pagliarani 2016

 Laboratorio Pagliarani 2016

19 settembre, ore 16.30

Foyer Teatro Valle, Roma

Con la partecipazione di Nanni Balestrini, Maria Grazia Calandrone, Maria Teresa Carbone, Ennio Cavalli, Silvia De March, Paolo Giovannetti, Massimiliano Manganelli, Marianna Marrucci, Roberto Milana, Tommaso Ottonieri, Giorgio Patrizi, Cetta Petrollo, Lidia Riviello, Sara Ventroni e Fabio Zinelli. Coordina Andrea Cortellessa.

Sin dalla sua prima edizione, l'anno scorso, il Premio Pagliarani si è affermato come un punto di riferimento nel contesto troppo spesso asfittico di una scrittura poetica che la sempre più marcata emarginazione, non solo editoriale, sembra aver ricacciato in una subalternità di fatto estranea alla sua tradizione. Uno dei connotati più forti di questo Premio è l'investimento sulla critica, non solo quella prodotta dagli stessi poeti. La giuria, assai ampia e anche internazionale, era in cerca però di occasioni per confrontarsi live, e per la sua seconda edizione – che vedrà la propria cerimonia di premiazione il prossimo 31 ottobre al Teatro Argentina – si è pensato di chiamarla a raccolta in un incontro aperto al pubblico, anche questo ospitato da uno spazio eminente nella storia, non solo teatrale, della città: quello del Valle.

Assumere una posizione "aperta", della poesia e della sua interpretazione, par essere il modo migliore di raccogliere la lezione di Elio Pagliarani, del quale in particolare si mutua la dizione, e la nozione, di «Laboratorio»: luogo di "verifica" – appunto pubblica, scenica – di concetti teorici e pratiche concrete. Quindici dei giurati, fra i quali il Presidente onorario Nanni Balestrini – per tanti anni amico e compagno di strada di E.P., e vincitore l'anno scorso del primo Premio alla carriera a lui intitolato –, si confronteranno pubblicamente sulla «cosa poetica»: sulle sue condizioni operative, i suoi contesti pratici, le sue storiche aporie e le sue prospettive più contemporanee. Come recita il titolo di uno degli interventi, si cercherà insomma di capireCome sta la poesia italiana oggi. Convinti come siamo, per citare il Nostro, che «ci siamo tutti calati dentro, è verissimo; ma non è vero che non si possa far altro che contemplare la propria alienazione: saremo in gabbia, ma c'è anche chi si dibatte e prova a dar calci contro le sbarre».

13 luglio, 2016

caterina Davinio, Alieni in safari / Aliens on Safari, Robin & Sons, 2016

Segnalo agli amici vicini e lontani il mio ultimo libro
I recommend my latest book to far and near friends (with English translation)

ALIENI IN SAFARI  / Aliens on Safari

POESIA E FOTOGRAFIA / Poetry and Photography

By Caterina Davinio

Editore / Publisher: Robin & Sons

pp. 221 - 2016


Suggestioni da viaggi in Africa, India, Nepal, Sud America ed Europa.Con una nota di David W. Seaman e Prefazione di Francesco Muzzioli, tra i maggiori studiosi dell'avanguardia.

Suggestions from some author's trips to Africa, India, Nepal, South Ameri ca and EuropeWith a Note by David w. Seaman and Preface by Francesco Muzzioli, among the major experts of avant-garde.


ACQUISTA 15 % di sconto / SHOP NOW 15% less: 

http://www.ibs.it/code/9788867408016/davinio-caterina/alieni-safari-testo.html


Giudizi critici:

"la vera questione non è tanto nel rapporto tra realtà e fantasia, che pure si intrecciano con grande piacere ed esiti inconsueti; è piuttosto nel modo in cui è visto l'altrove. [...] L'India, l'Africa: il lettore saprà ricomporre la mappa e gli itinerari. E vedrà che i «venti dell'equatore» riconducono all'origine, e en passant anche a quella personale dei luoghi del vissuto. Ma quello che conta davvero, però, è la trasformazione della mente". (Francesco Muzzioli)

"Questo safari è condotto con i mezzi più umili: immaginiamo autobus, risciò, percorsi infiniti con i sandali ai piedi. Ciò la porta a scrivere poesia che si concretizza in frammenti di parole e frasi che vagano nella pagina come inciampando, pellegrini del significato. E l'autrice aggiunge fotografie, immagini in bianco e nero che sembrano rivelare la vita intima dei paesi che visita" (David W. Seaman)


"The real question is not so much in the relationship between reality and fantasy, which also are interwoven with great pleasure and unusual outcomes; it is rather in the way the elsewhere is seen. [...] India, Africa: the reader will recompose the map and routes. And they will see that the "Equatorial winds" lead back to the origin, and, en passant, also to the personal one of the places of life and experience. But what really matters, though, is the transformation of the mind"(Francesco Muzzioli)

"This safari is conducted by the most humble means: we imagine buses, rickshaws, endless pathways sandal-footed. This leads her to write poetry that comes together in shreds of words and phrases that straggle down the page like stumbling, dedicated pilgrims to meaning. She adds photographs, black and white images that seem to reveal the intimate life of the countries she visits" (David W. Seaman)

Caterina Davinio (Born in Foggia, 1957): after graduating in Italian Literature, she has worked in the field of new media with exhibitions, meetings and as a curator, in Europe, Asia, the Americas, Australia, including seven editions of the Venice Biennale and collateral events, the Biennials of Sydney, Lyon, Athens, Merida, Liverpool, Hong Kong and many others. She is one of the pioneers of digital poetry and the founder of net-poetry in Italy. Among her publications are three novels: Color Color (1998), The Sofa on the Rails (2013), Sensibìlia (2015); non-fiction: Techno-Poetry and Virtual Realities (2002) and Virtual Mercury House, about electronic poetry (2011); and the award-winning books of poetry: Serial Phenomenologies (2010), The Book of Opium (2012), Waiting for the End of the World (2012), and Deplorable Facts (2015), and Rumors & motors (2016, digital poetry).



07 luglio, 2016

Parco Poesia - festival della poesia giovane


 

Parco Poesia 2016
"Lavoro straordinario"
23-24 Luglio Rimini
Castel Sismondo

 

PROGRAMMA

SABATO 23 LUGLIO

Ore 15.30 Apertura del castello/ Print & Poetry set

Ore 16.00 Ala di Isotta
Il secondo lavoro 
I poeti nell'industria del '900
intervengono: Alberto Bertoni, Franco Buffoni, Rosita Copioli, Antonio Riccardi, modera Francesco Napoli
 

Ore 17.00 Ala di Isotta
Il mestiere di scrivere
da Cesare Pavese a Marina Cvetaeva
Recital di Milo De Angelis e Viviana Nicodemo


Ore 18.00 Corte del Soccorso
Reading di giovani autori
Laura Accerboni, Salvatore Azzarello, Marco Bini, Andrea Cati, Roberta D'Aquino, Noemi De Lisi, Laura Di Corcia, Andrea Donaera, Francesco Iannone, Agata Naike La Biunda, Maddalena Lotter, Melissa Magnani, Tommaso Meozzi, Michela Monferrini, Irene Paganucci, Valentina Pinza, Davide Quarracino, Ersilia Riccitelli, Francesco Zani


Ore 20.45 Corte del Soccorso
Dino Ignani slideshow
"Intimi Ritratti"

Ore 21.00 Corte del Soccorso
Serata d'onore con Giampiero Neri
dialogano con il poeta Alessandro Rivali e Pietro Berra
Opening: I giovanissimi del laboratorio di poesia "Lo Spazio Bianco delle Arti" nelle scuole superiori riminesi

Ore 23.00 Hasta Luego - (Via Solferino)
Parco Poesia Poetry Slam
Gara valida per il Campionato 2016-2017 della LIPS, Lega Italiana Poetry Slam
Poeti in gara: Lorenzo Bartolini, Lella De Marchi, Eugenia Galli, Francesca Gironi, Nicolò Gugliuzza, Riccardo Iachini, Natalia Paci
Special guest Luigi Socci
MC Dome Bulfaro

 

DOMENICA 24 LUGLIO 


Ore 11.00 Ala di Isotta
La poesia all'opera 
Editoria e non solo

Intervengono: Antonio Riccardi, Gian Mario Villalta, Claudia Tarolo, Walter Raffaelli

Ore 12.00 Ala di Isotta
XIII Quaderno Italiano Marcos y Marcos 
intervengono Franco Buffoni, Claudia Tarolo, Massimo Gezzi e gli autori inclusi: Agostino Cornali, Claudia Crocco, Antonio Lanza, Franca Mancinelli, Daniele Orso, Stefano Pini, Jacopo Ramonda

Consegna del premio della giuria Premio Rimini - Print & Poetry Giuseppe Fabio De Liso premia Stefano Pini e Jacopo Ramonda


Ore 15.30 Ala di Isotta
L'opera comune, oggi?
Storia di una generazione

conduce Roberto Galaverni
Intervengono Massimo Gezzi, Andrea Ponso, Andrea Temporelli, Maria Borio, Dome Bulfaro, Guido Mattia Gallerani, Isabella Leardini

Ore 18.00 Corte del Soccorso
Autori di questo tempo
Reading di: Pietro Berra, Maria Borio, Dome Bulfaro, Roberto Cescon, Stelvio di Spigno, Sabrina Foschini, Tiziano Fratus, Giovanna Frene, Alberto Frigo, Guido Mattia Gallerani, Valerio Grutt, Massimo Gezzi, Alessandro Rivali, Sarah Tardino, Andrea Temporelli, Annalisa Teodorani, Mary Barbara Tolusso


Ore 20.45 Corte del Soccorso
Dino Ignani slideshow 
"Intimi Ritratti"

Ore 21.00 Corte del Soccorso
Lettere a un giovane poeta
I maestri leggono e presentano un giovane da loro scelto

Alberto Bertoni - Kabir Yusuf Abukar
Franco Buffoni - Jacopo Ramonda + Ilaria Bossa
Rosita Copioli - Anil Biswas 
Luca Cesari - Gaia Giovagnoli
Milo De Angelis - Damiano Scaramella
Antonio Riccardi - Sofia Fiorini
Gian Mario Villalta - Marco Pelliccioli 

durante la serata Trio Bastardo in concerto

 

PER TUTTA LA DURATA DEL FESTIVAL

Ala di Isotta
Mostra di Dino Ignani
"Ho per voi l'amore più sorpreso"
dieci fotografie di Amelia Rosselli

Sabato 23 Luglio dalle 15.30 e per tutta la giornata
Print & Poetry set
Stampa live con Giovanni Turria ed i giovani artisti dell'Accademia di Belle Arti di Urbino Arion Bajrami e Michela Mascarucci


ANTEPRIMA PARCO POESIA A CESENA

Da castello a castello

Martedì 12 Luglio
Ore 21.00
Cesena, Rocca Malatestiana Bene Comune

Una festa della poesia contemporanea romagnola

letture di: Giovanni Nadiani, Stefano Simoncelli, Gianfranco Lauretano

Martina Abbondanza, Filippo Amadei, Federica Bologna, Clery Celeste, Sofia Fiorini, Isabella Leardini, Ivonne Mussoni, Stefano Maldini, Roberto Mercadini, Francesca Serragnoli, Annalisa Teodorani, Matteo Zattoni

 

 

 

"Un tema chiave per i giovani del nostro tempo guardato attraverso la poesia: quest'anno parliamo del lavoro. Lavoro straordinario è quello dei poeti, nel suo uscire dall'ordinario del linguaggio e rinnovare, ma anche nel suo essere di solo straordinario. Parleremo del mestiere di scrivere, l'officina del poeta sul testo, ma anche del "secondo lavoro", quello che nel '900 ha permesso che i poeti rendessero bellissima l'industria italiana, quando dopo la grande miseria a farlo furono Vittorio Sereni, Attilio Bertolucci, Franco Fortini, Giovanni Giudici... C'erano i poeti nelle grandi aziende dell'Italia che si rialzava. E poi parleremo dell'opera: quella attiva che attraverso l'editoria e le sue nuove visioni difende la poesia, e quella che negli ultimi 15 anni ha segnato il lavoro poetico di una generazione. Per raccontarlo con un'immagine abbiamo scelto di ispirarci a un manifesto Olivetti della Lettera 22, l'emblema con cui sono state scritte molte grandi opere del secolo scorso. La poesia non è un passatempo, è un lavoro a tempo indeterminato, un lavoro precario, un lavoro straordinario."

Isabella Leardini

Facebook
Website
Email
Twitter

Idea grafica 2016 a cura di Italic: Riccardo Bucella, Mattia Caruso, Matteo Spinelli; illustrazione di Francesca Campagna


Parco Poesia è una manifestazione promossa da Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini nell'ambito di Castel Sismondo Estate, con il patrocinio di Comune di Rimini e con il contributo di Fondazione Gemmani e Rose & Crown.
A cura di Isabella Leardini