03 settembre, 2015

Incontro con i narratori

Incontro con i narratori:

Gianni Caccia, Caterina Davinio, Raffaele Floris, Cristina Raddavero, Gianluigi Repetto

Venerdì 11 settembre ore 21,00

Bosco Marengo (AL), Complesso Monumentale di Santa Croce

All'interno di Arte in Santa Croce

A cura di: Puntoacapo Editrice



Festival di poesia e performance

 Appuntamento in piazza della Passera, Firenze, martedì 8 settembre ore 21

Martedì 8 settembre, alle ore 21, gara di Poetry Slamsul palco si sfideranno i poeti: Antonella Bukovaz, Caterina Davinio, Ulisse Fiolo, Sergio Garau, Alessandra Greco, Bernardo Pacini, Jonida Prifti, Alessandro Raveggi e Lidia Raviello. Sarà una severissima giuria popolare, estratta dal pubblico, a decretare il vincitore. 

Nel contesto del festival:

SETTEMBRE IN PIAZZA DELLA PASSERA 
XV edizione
8 – 11 settembre 2015

con il Patrocinio del Comune di Firenze 


PROGRAMMA

XVª edizione di "Settembre in Piazza della Passera"

8-11 settembre 2015

Con la direzione artistica di Rosaria Lo Russo e Alessandro Di Puccio. 


Quattro serate di musica, poesia e performance in piazza della Passera. 

Dall'8 all'11 settembre, inizio spettacoli ore 21, ingresso libero.


Giunta ormai alla quindicesima edizione, la rassegna ospita al suo interno PPPP_LaPasseraPoesia\/PerformanceInPiazza, Primo festival di poesia&performance, anno secondo. Due serate a cura di Rosaria Lo Russo, poetessa e performer, che porterà in scena Slam Poetry e poesia performativa. Ospite Dre Love & The Band live, con le sue atmosfere soul/funk/pop. Le altre due serate, tradizionalmente dirette da Alessandro di Puccio, si svolgono ancora all'insegna del jazz con un omaggio al grande jazzista Luca Flores, a vent'anni dalla sua prematura scomparsa. Un concerto con straordinari interpreti del jazz nazionale che furono amici e collaboratori di Luca Flores. Spazio ai giovani talenti, quindi, nell'ultima sera.


PROGRAMMA:


8 SETTEMBRE

Poetry Slam

Gara poetica con giuria estratta dal pubblico, valida per il campionato L.I.P.S. Lega Italiana Poetry Slam 2015/16


MC (Maestro di cerimonia, conduttore della gara): Paolo Gentiluomo (Milano)


Partecipano: 

Antonella Bukovaz (Udine)

Caterina Davinio (Roma)

Ulisse Fiolo (Treviso)

Sergio Garau (Torino)

Alessandra Greco (Firenze)

Bernardo Pacini (Firenze)

Jonida Prifti (Roma)

Alessandro Raveggi (Firenze)

Lidia Raviello (Roma)



9 SETTEMBRE

La fierezza della femmina. Omaggio alla poesia di Anne Sexton

Performance di poesia e musica 

Con Rosaria Lo Russo – testi e voce recitante   

Alessandro Querci – contrabbasso e video


Dalle ore 22:00

Guest artist DRE LOVE & THE BAND

Dre Love & The Band è un'esperienza autentica di Funk, Soul e Hip Hop. La band è composta da Drumz aka Diego Leporatti alla batteria, Gianni Pantaleo alle tastiere, Lorenzo Forti al basso e Guido Masi alla chitarra. Il loro repertorio si muove tra brani originali e omaggi ai grandi artisti afroamericani.


10 SETTEMBRE

For those I Never Knew. Tributo a Luca Flores (1956-1995)

Ore 21:00 Presentazione della percorso artistico di Luca Flores. A cura di Alessandro Di Puccio

Ore 21:30 Concerto sulle composizioni del grande jazzista Luca Flores, a vent'anni dalla sua prematura scomparsa. 


Pietro Tonolo (sax tenore)  

Bruno Marini (sax baritono - clarinetto basso ) 

Mauro Avanzini (sax contralto - flauto)

Fabio Morgera (tromba) 

Alessandro Di Puccio (vibrafono) 

Antonio Zambrini (pianoforte) 

Francesco Maccianti (pianoforte) 

Guido Zorn (contrabbasso) 

Lello Pareti (contrabbasso)

Piero Borri (batteria)

Alessandro Fabbri (batteria) 


11 settembre

CAMCON

Concerto di allievi e insegnanti del Conservatorio Luigi Cherubini e del CAM, Centro Attività Musicali di Firenze.

Frutto di una importante collaborazione tra le due prestigiose scuole fiorentine, il progetto, giunto al suo terzo anno, è una produzione musicale che vede un gruppo di giovani musicisti toscani, affiancati dai loro insegnanti, confrontarsi con un repertorio di classici del jazz, dando allo stesso tempo significative prove in ambito compositivo e di arrangiamento. 





Nota su Luca Flores

Sono trascorsi venti anni dalla scomparsa di Luca Flores, importante musicista jazz fiorentino sulla cui vita e opera Walter Veltroni nel 2003 ha scritto un bellissimo libro, Il Disco del Mondo, da cui in seguito è stato tratto il film di Riccardo Milani Piano Solo interpretato da Kim Rossi Stuart, uscito nelle sale nel 2007.

Nonostante la prematura scomparsa all'età di trentotto anni, avvenuta 29 marzo 1995, Luca Flores è stato considerato uno dei più importanti pianisti e compositori jazz italiani e nella sua carriera ha intrecciato collaborazioni con grandissimi artisti fra cui Chet Baker, Dave Holland, Lee Konitz, Dave Murray.Le ragioni di questo tributo sono legate al suo esser stato, con il suo talento e la sua straordinaria espressività, figura di riferimento per la vita musicale di Firenze nel corso degli anni '80 e '90. La sua musica è stata definita da Thom Jurek, illustri critico, come " il meglio del jazz creativo nella musica italiana".



04 novembre, 2014

Caterina Davinio, Roma 1980

Caterina Davinio, Fatti deprecabili. Poesie e performance dal 1971 al
1996, Premio Tredici 2014
https://sites.google.com/site/daviniofattideprecabili/home

Nella foto: Caterina Davinio nel 1980.

01 novembre, 2014

Caterina Davinio, Fatti deprecabili. Poesie e performance dal 1971 al 1996, Premio Tredici, Roma 2014


Caterina Davinio, Fatti deprecabili. Poesie e performance dal 1971 al 1996, Premio Tredici 2014



 https://sites.google.com/site/daviniofattideprecabili/

Prefazione di Dante Maffia
Postfazione di Ivano Mugnaini

Cos'è qui orgogliosamente deprecabile, infine? Le dissipazioni narrate, lo scandalo, le derive, la droga, gli amori saffici e traversi, la follia, lo scrivere in sé, vizio supremo? Questo libro è un percorso nelle culture giovanili che hanno attraversato tre decenni con i loro miti, esperienze, cadute e resurrezioni: gli anni Settanta psichedelici e visionari, il Movimento del '77, il punk e il post-punk, gli anni Ottanta, l'eroina, il male di vivere nelle metropoli, scorci e personaggi da quel mondo, fino ai cambiamenti e alle sperimentazioni degli anni Novanta.

"È capace di oscillare tra accenni classici attinti nei testi sacri e nelle opere dei grandi come Hölderlin, il citato Baudelaire, Borges, Artaud e Celan e poi scendere a patti con la Beat Generation, con Ferlinghetti, Corso, con i testi delle canzoni, con pagine della filosofia degli esistenzialisti. Con adesioni immediate, con ripulse, con accensioni vaste e immensi fuochi, con risonanze da musica jazz e pop." (Dante Maffia)

"Di sicuro interesse, oltre al valore letterario dei testi, c'è quello che potremmo definire un excursus sociologico, il valore quasi documentario che assumono le istantanee scattate dalla Davinio tramite i suoi versi delle trasformazioni del nostro paese e del modo in cui gli uomini e le donne si relazionano con il mondo, con i sogni e i bisogni, le regole e le trasgressioni, la realtà e qualcosa che va oltre." (Ivano Mugnaini)

FOTO: Caterina Davinio negli anni Settanta e Ottanta

 

06 settembre, 2014

Quinto Puntoacapo Day in collaborazione con la Biennale di Alessandria, a Borgo di Castellania

 

SETTEMBRE: PRESSO IL BORGO DI CASTELLANIA

QUINTO PUNTOACAPO DAY

Si terrà presso il Borgo di Castellania, paese natale di Fausto Coppi, la quinta edizione del puntoacapo Day. Molto più che un incontro riservato agli autori della Casa editrice novese, questo evento si configura ormai come uno dei grandi appuntamenti annuali di cultura e letteratura, in collaborazione con la Biennale di Poesia di Alessandria(http://biennaledipoesia.wix.com/biennale)

e l'Associazione letteraria La clessidra (http://Laclessidra.wix.com/home).

 

puntoacapo Day

Le poesie nella memoria:

la poesia bene comune

 

PROGRAMMA

Cattura

 

SABATO 6 SETTEMBRE

Dalle ore 9,30 – Registrazione. Break di Benvenuto

Ore 10,00 – Apertura: Aldino Leoni (Presidente Biennale), Elvira Mancuso (Vice Presidente Biennale), Mauro Ferrari (Dir. culturale Biennale e Direttore puntoacapo)

Ore 10,20 – Le poesie nella memoria: Interventi di Letizia Lanza e Giancarlo Pontiggia

Ore 11,20 – Anticipazioni: Il Fiore della poesia italiana

Ore 11,30 – Voci: Fosca Massucco,  Carla Mussi, Mauro Macario, Gianfranco Isetta, Alessandra Paganardi

Ore 12,30 – Pranzo

 

Ore 15,30 Conversazione con Carlo Alberto Sitta, con un ricordo di Nino Majellaro

Ore 16,10 – Voci: Massimo Bondioli, Sergio Gallo, Silvia Comoglio, Aldino Leoni

Ore 16,40 – L'Amore dalla A alla Z, a cura di Vincenzo Guarracino. Intervento di Carlo Alberto Sitta

Ore 17,00 – Il Presente dei Poeti: Riflessioni sull'Almanacco Punto della poesia italiana. A cura di Salvatore Ritrovato, Gabriela Fantato, Giancarlo Pontiggia

Ore 17,40 – Voci: Francesco Dalessandro, Alberto Toni, Lucianna Argentino, Luigi Cannillo, Dario Pasero, Elena Corsino

 

Cena e a seguire Spettacolo:

Incontriamoci all'Inferno: spettacolo con Cinzia Demi e Riccardo Farolfi alle chitarre

DOMENICA 7 SETTEMBRE

Ore 9,30 – Saluto dell'Editore Cristina Daglio.

Ore 10,00 – Le Antologie: In classe, a cura di Maurizio Casagrande (ne parla Carlo Alberto Sitta); Poesia in Piemonte e Valle d'AostaPoesia in provincia di Alessandria). Intervengono Curatori e Autori.

Ore 10,45 – Voci: Riccardo Olivieri, Cinzia Demi, Caterina Davinio, Amedeo Ansaldi, Angela Donna, Loris M. Marchetti, Alberto Rizzi

Ore 11,30 – Anticipazioni: la nuova Collana di narrativa; Fausta Squatriti e Marina Wiesendanger

Ore 11,45 – Le Collane di teatro e aforistica Il Porcospino L'Istrice, a cura di Roberto Morpurgo

 

Ore 12,00 – Pranzo

 

Ore 15,30 – Voci: Gianfranco Lauretano, Salvatore Ritrovato, Massimo Morasso, Gabriela Fantato, Luisa Pianzola, Mauro Ferrari

Ore 16,15 – Conversazione con Giancarlo Pontiggia. Conduce Salvatore Ritrovato

Ore 16,45 – Voci: Valeria Borsa, Camillo Sangiovanni, Roberto Chiodo, Marco Maggi, Roberto Valentini, Enrico Marià, Simonetta Longo, Luca Ariano

Ore 17,30 – Chiusura: Poesia e musica a cura di Francesco Macciò

 

___

Nei locali del Borgo:

Bookshop

Esposizioni artistiche a cura di Max Carcione, Maurizio Caruso e altri

"Il Fiore della poesia italiana" a cura di Mauro Ferrari

 

 

IN COLLABORAZIONE CON:

BIENNALE DI POESIA DI ALESSANDRIA  #  ASSOCIAZIONE LETTERARIA LA CLESSIDRA

16 maggio, 2014

28 marzo, 2014

Dedalus Quaderni di narrativa, Puntoacapo editrice, 2014

 Dedalus

Quaderni di narrativa

 Direzione: Ivano Mugnaini e Luca Ragagnin

Comitato Scientifico: Mauro Ferrari, Ivano Mugnaini, Luca Ragagnin.

n. 2 (aprile 2014)

puntoacapo prosegue con la pubblicazione di una serie di Quaderni di Narrativa, che hanno cadenza indicativa di 18 mesi e presentano un'attenta scelta di voci nuove accanto ad altre già affermate, invitate o selezionate dal Comitato Scientifico di cui fanno parte Mauro Ferrari, Ivano Mugnaini e Luca Ragagnin. Il primo volume è stato pubblicato nel 2012, con ottimi riscontri da parte del pubblico e della critica, ed è prevista a breve l'uscita del secondo volume.

 Il progetto editoriale mira a fornire un quadro ampio e fedele dei fermenti e delle tendenze più rilevanti della narrativa attuale, senza proporre sterili e ingessate catalogazioni, ma fornendo ai lettori spunti per ulteriori ricerche di testi e libri degli Autori volta per volta proposti, e, soprattutto, offrendo racconti che rinsaldano e alimentano il piacere della lettura.

 Autori nel n. 2:   Tiziana Boccaccio, Antonella Brighi, Caterina Davinio, Laura Ficco, Bianca Garavelli, Roberto Morpurgo, Maria Pia Quintavalla, Andrea Salvini, Valeria Serofilli.

Anche questa selezione di racconti, come già è accaduto con il primo volume, è ricca di spunti e suggestioni. Le storie sono state scritte da Autrici e Autori che in alcuni casi sono anche poeti, in altri narratori puri. Varia la lunghezza dei brani, il taglio, l'approccio, il tono e i meccanismi con cui viene messa in atto l'affabulazione, il richiamo atavico di una vicenda da condividere, a metà tra realtà e immaginazione, verità e creazione di intricati e fascinosi mondi possibili. Il background dai cui provengono gli autori dona ad ogni storia una coloritura differente, un sapore diverso, un canto composto su corde specifiche, individuali, riconoscibili. Ma ogni Autrice e ogni Autore ha voluto esprimere in questo volume il meglio della sua produzione, un sunto significativo e rappresentativo di un modo di vedere, di percepire e di narrare ciò che occupa mente e cuore, pensiero e immaginazione.

 (Ivano Mugnaini)